Come Marilyn, da quando non c’è più…

Dedicato alle donne “lavoratrici precarie”, cinquantenni e non, “fragili” ma determinate nel raccontarsi. Un po’ come la “presenza” di Marilyn Monroe che, scomparsa da 50 anni – l’età dell’autrice – resta icona indistruttibile di “bellezza” non solo esteriore.

Le Storie “ascoltate” rimandano con sofferenza alla mia condizione precedente e mettono sul piatto sia le emozioni personali, sia le effettive difficoltà pratiche della sindacalista, che vorrebbe fare molto, ma che ha pochi strumenti a disposizione in merito.

Per una donna, 50 anni non sono pochi, le fattezze fisiche ed estetiche di un tempo non sono più le stesse ma non sono neppure tantissimi, perché ancora nel pieno delle proprie capacità lavorative.

A 50 anni si compie un “giro di boa”, dal quale si possono fare i cosiddetti “bilanci”, ma si pu  anche ricevere una conferma dell’esperienza, del merito e del valore acquisiti nel corso della propria vita. Anche la “bellezza” e l’“estetica”, se mantenute nell’ordine della consapevolezza del passare degli anni, possono essere rivalutate e affrontate in positivo ma l’arrivo di elementi esterni, che puntano sulla rottamazione dei “non più giovani”, fanno invece alimentare l’insicurezza e il giudizio sul divario generazionale.

Raccontarsi è difficile, non tutte le donne riescono a scavare nelle proprie emozioni, nelle proprie Storie e cogliere gli aspetti che più hanno fatto male, per poterli invece valorizzare a proprio vantaggio, risulta molto, molto complicato, in special modo se riguardano aspetti mai affrontati. Questo esercizio pu  essere uno dei modi più concreti per rendere visibili le proprie debolezze e, dietro alla parvenza di donne “solari e sicure” e senza apparenti problemi insormontabili, far uscire e far conoscere la “propria anima” e la propria emancipazione, sotto ogni punto di vista.

Come Marylin da quando non c’è più DVD

Una storia di precarietà e di ricerca del merito. Una Storia personale, legata sin dalla nascita a quella di Marilyn… l’icona della bellezza e dell’eternnità.